Messina, due colpi in canna: muscoli e gol per Bertotto

di

Pubblicato il 30 giugno 2016 in Primo Piano

Dalla fase degli approcci a quella che può sfociare nella ratifica dei contratti. Nei prossimi giorni il puzzle Messina dovrebbe iniziare a prendere forma, le porte del calciomercato si spalancheranno. La situazione è al momento abbastanza ingarbugliata: tra possibili partenze e probabili arrivi ci ritroveremo di fronte a una vera e propria rivoluzione.

RESPIRO ALLE CASSE  I big ancora sotto contratto dovrebbero accasarsi altrove – ancora in stand-by la posizione di Giorgione – liberando caselle e incidendo giocoforza sul bilancio di un club che nella passata stagione ha sottoscritto accordi economici oggi ritenuti fuori budget. Martinelli è sempre più sedotto dalle sirene foggiane (sul centrale, a dirla tutta, ci sono anche Reggiana e Lanciano). Ma in realtà dall’altra parte del tavolo c’è anche un Messina che vuole liberarsi di un calciatore che oggi è percepito come un lusso. E sulla bilancia dei rapporti costi/benefici, evidentemente, i vertici giallorossi ritengono i primi in eccesso rispetto ai secondi. Tradotto: Martinelli la prossima stagione non vestirà la maglia biancoscudata, ma è bene chiarire che il suo sarà un addio condiviso, se vogliamo anche spinto dalla necessità di una squadra che per la prossima stagione punterà su una rimodulazione al ribasso del monte ingaggi.

CACCIA AL BOMBER – Dalla Pistoiese arriverà quasi certamente Pasini, con cui c’è già un accordo di massima, e se si riuscirà a trattenere De Vito e Burzigotti, con l’inserimento di un altro centrale di qualità la difesa diverrebbe di fatto un capitolo chiuso. Sacrifici pochi e mirati, quindi, il primo dei quali potrebbe essere quello relativo al contratto offerto a Gustavo, oggetto di una trattativa che però potrebbe arenarsi presto. Si lavora anche per lo slot di centravanti. Da un iniziale sondaggio per Sarao, si è passati a un forte interessamento per Baclet, attaccante francese ex Martina che fa gola anche ad altre squadre del girone meridionale. Il 30enne parigino, che può agire sia da prima che da seconda punta, potrebbe essere il tassello giusto per far dimenticare Tavares, anche in forza dei 13 gol – di cui uno ai playout – realizzati nello scorso campionato. C’è una trattativa, ma le richieste del calciatore non dovranno sfondare la soglia economica imposta dalla società. Che però, sul capitolo attaccanti, sta contestualmente anche seguendo altre piste, alcune delle quali di un certo spessore, che potrebbero tradursi in colpi clamorosi.

strasser

RIVOLUZIONE IN MEDIANA – Per quanto concerne il centrocampo, nei giorni scorsi abbiamo già scritto di Mungo e Vassallo, entrambi in forza alla Pistoiese e oggi nel mirino del d.s. Tosto. Ma nelle ultime ore al Messina viene accostato un altro nome, quello di Rodney Strasser, classe ’90 che potrebbe arrivare in prestito, garantendo alla mediana giallorossa fisicità e sostanza. Il calciatore sierraleonese, di proprietà del Genoa, l’anno scorso ha giocato metà campionato con la Lupa Castelli per poi concludere la stagione nella massima serie croata (HNL), con la maglia dell’NK Zagabria.

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi