Messina, Modica: "Un gol in più dell'avversario"

Messina, Modica: “Un gol in più dell’avversario”

di

Pubblicato il 28 ottobre 2017 in Primo Piano, Sala Stampa

Martella su concentrazione e lavoro fisico. Non ci sono mai mezze misure nelle parole di Giacomo Modica. Alla vigilia della delicata sfida contro la Vibonese il tecnico del Messina non ammette passi indietro, la prestazione vista con il Troina la scorsa settimana ha soddisfatto anche se il lavoro è ancora tanto: “Non ci possiamo fermare, dobbiamo continuare con l’applicazione che ho visto in queste settimane. La squadra mi segue e questo mi fa capire che potremo solo crescere, dobbiamo alzare l’asticella su ogni aspetto. Fisicamente siamo ancora lontani da quello che cerco, arrivano tre partite in una settimana e non siamo in grado di affrontarle senza una rotazione massiccia”. Quadro generale ancora in chiaroscuro, condizione da aumentare e forza mentale in costruzione. Esame probante la Vibonese di mister Campilongo: “Una squadra molto forte, allenata da un tecnico che è un lusso per questa categoria. Conosciamo bene la loro forza e cosa aspettarci, dobbiamo giocare sempre per i tre punti e non possiamo fare altrimenti data la posizione in classifica”.

SCELTE – Non si guardano curriculum e carriere, mister Modica non ha il tempo di aspettare nessuno in una fase così delicata della stagione. Gli obblighi degli under incidono in maniera totale nelle scelte di formazione, a queste si aggiunge l’infortunio di Prisco che costringe il tecnico al doppio under in avanti. È infatti imprescindibile il centrocampo di esperienza: “Al momento dobbiamo trovare la nostra identità, non possiamo fare a meno della mediana formata dagli over che possono aiutarci nella crescita generale della squadra. Questo mi costringe a scelte obbligate negli altri reparti, però bisogna pure capire che il momento di qualche ragazzo è particolare. Mi aspetto una crescita importante da tanti big, non vogliamo mettere pressione a nessuno ma è necessario recuperare presto calciatori come Dezai, Cocuzza o Pezzella”. Parentesi diversa quella che riguarda Fabio Bossa: il ragazzo classe ’98 è finito al centro delle critiche dopo le sue uscite da titolare. Una situazione delicata che ha schiacciato uno dei giovani giallorossi: “Bossa è un ragazzo dolcissimo che sta attraversando un momento difficile. Dobbiamo aiutarlo a crescere per farlo diventare nuovamente utile al nostro progetto, in campo stiamo lavorando su nuove soluzione per lui come quella di regista alternativo a Migliorini, ruolo che può ricoprire sicuramente”.

FILOSOFIA – Tra gli allievi prediletti di Zdenek Zeman, portatore sano di una filosofia calcistica che va oltre qualsiasi forma di tatticismo. Non un banale gioco di numeri e movimenti, alla base c’è un lavoro di insieme e di collaborazione totale tra reparti e compagni. Attacco o difesa sono legati a doppio filo dall’applicazione di tutti i protagonisti in campo, scopo finale rimane quello di segnare un gol in più dell’avversario. “Contro il Troina potevamo fare 4 o 5 gol, abbiamo creato tanto ma non basta se poi manca la finalizzazione. Dobbiamo lavorare ancora sulla tranquillità e su altri aspetti, le partite si possono vincere anche 3-2 e questo mi soddisferebbe senza particolari preoccupazioni sulle reti subite. Questo non significa che non curiamo la fase difensiva, anzi, stiamo lavorando in modo maniacale per risolvere i problemi sulle palle inattive. Non è un problema di centimetri, zona o uomo: ho visto ragazzi fermi, il pallone non si aspetta ma si attacca. Il lavoro è tanto, non abbiamo paura di affrontarlo”.

CONVOCATI – Non recuperano Prisco, Cassaro e Carini in vista della sfida contro la Vibonese. Out anche Tricamo, scelte ridotte all’osso, quindi, nella zona centrale della difesa nella gara contro i calabresi di Salvatore Campilongo.

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi