Il Benevento gioca a tennis con la Casertana. Il Catania non sa più vincere

di

Pubblicato il 13 marzo 2016 in Punto C

Ventiseiesimo turno del Girone C della Lega Pro che vede la capolista Benevento grande protagonista della giornata. Schiantata la Casertana nello scontro diretto tra le prime, un 6-0 tennistico che ridimensiona le ambizioni della squadra di Romaniello. Seconda piazza ora occupata dal Lecce, corsaro a Monopoli. Si ferma il Cosenza, solo un pari nel match interno contro la Paganese. In coda pareggio inutile tra Catania e Juve Stabia, stesso destino per Melfi e Martina Franca.

RISULTATI E MARCATORI

Roselli

COSENZA 0 PAGANESE 0 – Occasione persa per il Cosenza di Giorgio Roselli che stecca il match interno contro una buona Paganese. Primo tempo che offre poco, ci prova il solo La Mantia ma Marruocco è attento. Nella ripresa il Cosenza spinge ma senza fortuna sprecando anche un calcio di rigore con Cavallaro. Fallo di Sirignano su Ciancio, dal dischetto Cavallaro spiazza Marruocco ma calcia fuori.

ISCHIA 0 FIDELIS ANDRIA 0 – Un rigore fallito da Bollino, questa la chance più ghiotta fallita dall’Andria contro un pessimo Ischia. La squadra di Di Costanzo doveva trovare i tre punti ma sul campo offre una prestazione insufficiente. Nel primo tempo ci provano De Vena e Cortellini senza successo. Nella ripresa ancora Fidelis pericolosa, tanto da trovare un rigore che però Bollino fallisce.

MELFI 1 MARTINA FRANCA 1: 9′ Masini, 92′ Kuseta (MF) – Delusioni in casa Melfi per il pareggio interno contro i pugliesi di Franceschini. Un gol nel finale di Kuseta in mischia equilibra un match che, almeno nel primo tempo, ha visto il Melfi dominare. Apre Masini su azione d’angolo, poi ci pensa Herrera a prendersi la scena ma senza fortuna. Un pareggio che muove la classifica di entrambe, ma che serve davvero poco.

Lecce

MONOPOLI 0 LECCE 1: 68′ Alcibiade – Un colpo di testa di Raffaele Alcibiade regala la vittoria alla squadra di Piero Braglia sul difficile campo del Monopoli. Padroni di casa troppo impauriti e quasi mai pericolosi. Il Lecce ci prova con Surraco e Lepore, ma imprecisione e un super Pisseri salvano i biancoverdi. Nella ripresa la palla inattiva vincente, Alcibiade anticipa tutti e la corsa del Lecce continua.

CATANIA 1 JUVE STABIA 1: 27′ Bombagi, 38′ Diop (JS) – Un pareggio che scontenta tutti quello del Massimino, dove si affrontavano due squadre in piena bagarre per evitare un posto nei playout. Primo tempo beffardo per i padroni di casa che sfiorano il vantaggio a più riprese con Calil e Falcone ma trovando sempre attento Russo. Vantaggio che arriva grazie alla rete di Bombagi bravo a chiudere una bella azione di Russotto e Garufo. Juve Stabia praticamente nulla ma che trova incredibilmente il pari. La difesa etnea pasticcia, ne approfitta Diop per rimettere tutto in equilibrio. Nella ripresa le velleità si spengono, nel finale Catania in dieci per l’espulsione di Ferrario.

BENEVENTO 6 CASERTANA 0: 17′ 21′ 43′ Marotta, 51′ Cissè, 78′ 83′ Angiulli – Primo tempo pazzesco degli uomini di Auteri capaci di annichilire la Casertana. È Alessandro Marotta il protagonista assoluto del match, la sua tripletta già nel primo tempo decide la sfida. Tre gol per la punta ma tre assist del fantasista Ciciretti, bravissimo nell’esaltare le qualità del compagno. Grandi rimpianti per la Casertana che sul parziale di 2-0 fallisce un calcio di rigore, ottimo Gori a respingere il tiro di Mancosu. Nella ripresa non si fermano i sanniti che fanno poker con Cissè e chiudono il set con la doppietta di Angiulli.

Matera-Esultanza-

MATERA 3 CATANZARO 0: 18′ Di Lorenzo, 26′ Tomi, 70′ Albadoro – Due occasioni da palla inattiva sfruttate al meglio per i padroni di casa nel primo tempo. Prima Di Lorenzo anticipa tutti con un bel colpo di testa, poi è Tomi ha trovare il sinistro giusto dopo una corta respinta della difesa calabrese. Nella ripresa il copione non cambia, i padroni di casa dominano in lungo ed in largo e arrotondano il punteggio col tris di Albadoro.

MESSINA 3 FOGGIA 2: 15′ Ionut, 24′ Iemmello (F), 53′ Martinelli, 91′ Arcidiacono (F), 93′ Fornito – (http://cornermessina.it/messina-infinito-fornito-condanna-il-foggia-nel-recupero-4433)

AKRAGAS 3 LUPA CASTELLI ROMANI 0: 5′ 71′ Di Piazza, 28′ rig. Madonia – (http://cornermessina.it/akragas-lupa-castelli-tris-siciliano-e-salvezza-ad-un-passo-4494)

CLASSIFICA

Benevento 50 (-1)

Lecce 49

Casertana 46

Cosenza 45

Foggia 44

Matera 41 (-2)

Messina 37

Fidelis Andria 34 (-1)

Paganese 34 (-1)

*Akragas 31 (-3)

Juve Stabia 31

Monopoli 28

Catanzaro 27

Catania 26 (-10)

Melfi 24

Ischia 21 (-4)

Martina Franca 20 (-1)

*Lupa Castelli Romani 8 (-1)

Moriero, Catania

PROSSIMO TURNO (19-20 marzo)

Lupa Castelli Romani-Cosenza (sabato ore 14)

Messina-Melfi (sabato ore 14)

Paganese-Benevento (sabato ore 15)

Foggia-Ischia (sabato ore 17.30)

Juve Stabia-Matera (sabato ore 20.30)

Akragas-Catania (domenica ore 14.30)

Fidelis Andria-Monopoli (domenica ore 15)

Martina Franca-Casertana (domenica ore 17.30)

Lecce-Catanzaro (lunedì ore 20)

CLASSIFICA MARCATORI

Iemmello (Foggia) 13

Caccavallo (Paganese) 12

De Angelis (Casertana) 11

Calil (Catania) 10

Sarno (Foggia) 10

Baclet (Martina Franca) 10

Croce (Monopoli) 9

Gambino (Monopoli) 8

Nicastro (Juve Stabia) 8

Di Piazza (Akragas) 8

Marotta (Benevento) 8

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi