Foggia-Lecce, il derby accende la domenica. Akragas-Fidelis per continuare a sognare

di

Pubblicato il 10 ottobre 2015 in Punto C

Sesto turno del Girone C della Lega Pro. Solo una sfida nella giornata al sabato, quella tra Lupa Castelli Romani e Paganese. Domenica in campo tutti gli altri, match clou di questo turno sarà il derby di Puglia tra Foggia e Lecce. Non solo derby, al “Massimino” c’è Catania-Catanzaro, il Messina apre le porte del “San Filippo” per ospitare il Matera del neo tecnico Pasquale Padalino. Sfida tra sorprese: c’è Akragas-Fidelis Andria.

images (1)

DERBY TRA DELUSE – Alle 15 della domenica una delle sfide più sentite dell’intera stagione. Allo “Zaccheria” arriva il Lecce di Antonino Asta per affrontare il Foggia ingolfato di De Zerbi. Dovevano ammazzare il campionato, ed invece le due squadre stanno deludendo sia dal punto di vista del gioco che dei risultati. Nel Foggia tensione alle stelle, la piazza comincia a fibrillare in attesa dei risultati e la posizione del tecnico comincia a scricchiolare. Ad onor del vero la squadra di De Zerbi ha più di una scusante, dagli infortuni ad un pizzico di sfortuna con alcune gare non portate a casa più per casualità che per demerito.

SORPRESE A CONFRONTO – C’è Akragas-Fidelis Andria, sfida tra neo promosse terribili. Partite senza proclami, le due formazioni hanno inanellato risultati positivi fino ad occupare le parti alte della classifica. La squadra di Legrottaglie cerca la terza vittoria consecutiva, risultati fin qui raggiunti grazie anche ad un gioco piacevole. Altra sorpresa in campo è la capolista Casertana. Partita ridimensionata nei nomi, la squadra di Romaniello sta collezionando ottime prestazioni ed a Cosenza cerca l’ennesima vittoria per consolidare il primato.

images

SOGNI DI GLORIA – Se Casertana e Akragas sono già nel mondo dei sogni promozione, ci sono tante squadre che cercano il guizzo per fare compagnia alle prime della classifica. Il Benevento è la prima candidata, contro il Monopoli al “Vigorito” la squadra di Auteri vuole punti e prestazione. Catania, penalizzato di 9 punti con l’ombra di un’ulteriore penalità in vista. Al “Massimino” arriva il pessimo Catanzaro di inizio stagione, per la squadra di Pancaro sono ampie le chance di tornare alla vittoria dopo due pareggi di fila per 0-0. Sogno anche un’altra siciliana, il Messina di Arturo Di Napoli. Ancora imbattuto dopo cinque sfide, tre delle quali in trasferta. Al “San Filippo” arriva il Matera che in settimana a silurato Davide Dionigi per il più solido Pasquale Padalino (nella foto). Una vittoria lancerebbe il giallorossi nelle zone altissime della graduatoria.

LE ALTRE – La giornata verrà aperta da Grassadonia che con la sua Paganese. A Rieti si affronta la Lupa Castelli Romani, la squadra che in questo inizio è sembrata la meno attrezzata per la categoria. L’Ischia, dopo il buon punto di Messina, ospita il Melfi nella sfida da ex di mister Leonardo Bitetto. A Martina c’è la Juve Stabia, pugliesi ancora a secco di vittorie che contro una delle deluse del torneo cerca la prima gioia.

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi