Juve Stabia-Lecce si prende la scena. Zona playout da brividi

di

Pubblicato il 19 novembre 2016 in Punto C

Quattordicesimo turno del Girone C della Lega Pro: sfida di altissima classifica tra la capolista Juve Stabia e il Lecce. La gara del Menti ruba la scena in una giornata che si caratterizza per importanti scontri salvezza. Interessante sfida tra Francavilla e Catania, discorso identico per Fondi e Paganese. Il Foggia proverà a rilanciarsi contro il fanalino Catanzaro, panchina bollente per Di Napoli nella sfida contro il suo ex Messina.

AKRAGAS-MESSINA

Stadio Esseneto, domenica ore 14.30

Arbitro Angeli di Abbiategrasso

Maggiori informazioni nel pezzo pre partita in uscita sul nostro sito: padroni di casa che cercano il riscatto dopo il crollo nel derby contro il Siracusa, il tecnico Di Napoli punta sull’ex Cocuzza. Nel Messina ancora ai box Maccarrone e Mancini, mister Lucarelli riflette su un cambio di modulo.

CASERTANA-SIRACUSA

Stadio Alberto Pinto, domenica ore 14.30

Arbitro Natilla di Molfetta

casertana-siracusa

Interessante la sfida che vede di fronte due delle squadre più in salute del momento: Casertana reduce dalla vittoria di Cosenza e dal pari contro la Juve Stabia, in casa si cerca quella vittoria che cambierebbe gli obiettivi attuali. Squalificato Carriero, in mezzo al campo chance per Rajcic. Nel Siracusa c’è da smaltire l’euforia post vittoria sull’Akragas, mister Sottil potrebbe tornare alla difesa a quattro con Pirrello ancora in coppia con Turati, in attacco Talamo con Longoni e Catania.

VIBONESE-MELFI

Stadio Luigi Razza, domenica ore 14.30

Arbitro Carella di Bari

vibonese-melfi
Il big match della bassa classifica: al Razza si gioca uno degli spareggi salvezza di giornata, padroni di casa che non possono lasciare strada al rilanciato Melfi delle ultime settimane. Mister Costantino conferma i suoi fedelissimi, tra i lucani qualche dubbio in mediana mentre in attacco non si può rinunciare ad Alessandro De Vena.

VIRTUS FRANCAVILLA-CATANIA

Stadio Giovanni Paolo II, domenica ore 14.30

Arbitro Curti di Milano

virtus-francavilla-catania

Due squadre rivitalizzate dall’ultimo turno, una vittoria lancerebbe entrambe nelle parti più nobili della classifica col Catania che deve evitare la sconfitta per non essere risucchiato dalla zona playout, sintomo che la classifica rimane cortissima. Nei pugliesi mister Calabro non sembra voler modificare il sistema di gioco, dubbi in mezzo al campo dove Albertini e Prezioso sperano in una maglia da titolare. Nel Catania squalificati Drausio e Bergamelli, mister Rigoli punta su De Santis e Bastrini, ci sarà ancora Mazzarani alle spalle delle due punte.

COSENZA-MONOPOLI

Stadio San Vito-Marulla, domenica ore 16.30

Arbitro Capone di Palermo

cosenza-monopoli

Mister Roselli deve rinunciare allo squalificato Caccetta, in regia tocca a Ranieri con Capece e Mungo sui lati. Gambino rimane titolare con Baclet che si accomoda in panchina, in difesa Corsi e Scalise si giocano una maglia. Smaltita l’amarezza per il pari di Lecce, i calabresi ospitano un Monopoli in caduta libera e ancora senza Genchi. Mister Zanin rinuncia al rombo con D’Auria a completare un tridente con Gatto falso nove.

FONDI-PAGANESE

Stadio Domenico Purificato, domenica ore 16.30

Arbitro Zufferli di Udine

fondi-paganese

Partita sulla carta molto equilibrata quella che prenderà vita nel pomeriggio nel Lazio: padroni di casa in buona forma e capaci di far punti sia tra le mura amiche che in trasferta. Per mister Pochesci c’è ampia scelta, probabile una conferma per chi sta facendo bene. Nella Paganese rientra Deli dopo la squalifica, mister Grassadonia potrebbe scegliere un 4-3-3 a specchio con Celiento favorito per completare il trio offensivo con Reginaldo e Cicerelli. Out Herrera.

JUVE STABIA-LECCE

Stadio Romeo Menti, domenica ore 16.30

Arbitro Balice di Termoli

juve-stabia-lecce

Non può e non deve sbagliare il Lecce di Pasquale Padalino. Dopo la campagna acquisti faraonica estiva i salentini vedono volare una clamorosa Juve Stabia. Mister Fontana ed i suoi ragazzi stanno sorprendendo per continuità e cattiveria, dopo il 4-1 inflitto al Foggia proveranno a lanciare un altro messaggio al campionato. Nel Lecce tornano Bleve e Caturano, vespe con i soliti ballottaggi in attacco ed a centrocampo.

FIDELIS ANDRIA-MATERA

Stadio Degli Ulivi, domenica ore 20.30

Arbitro Prontera di Bologna

fidelis-andria-matera

Due pareggi senza reti consecutivi dopo una raffica di reti segnate, questo lo strano cammino del Matera di Gaetano Auteri. Nella strana sfida tra le due ultime avversarie del Messina (scherzi del calendario), si affrontano squadre dagli obiettivi finali diversi ma simili nella fame di vittoria. Favarin ritrova Cianci ma perde Onescu, non recupera Allegrini e sceglie Matera in mediana mentre Minicucci è favorito su Mancino. Nel Matera torna Piccinni in difesa ma Ingrosso parte in vantaggio, in mezzo al campo De Rose potrebbe prendere in mano la regia con la rinuncia ad una punta. L’ex Strambelli e Negro potrebbero essere la coppia d’attacco.

FOGGIA-CATANZARO

Stadio Pino Zaccheria, domenica ore 20.30

Arbitro Valiante di Salerno

foggia-catanzaro

L’avversario peggiore nel momento peggiore: sprofondato all’ultimo posto il Catanzaro di Zavettieri fa visita all’affamato Foggia di Stroppa. Pugliesi che sperano in un pari a Castellammare per accorciare la classifica, obiettivo unico è quello di vincere. Squalificato Martinelli toccherà a Loiacono, in avanti fuori Mazzeo possibile Sarno falso nove con Chiricò e Sainz-Maza in appoggio. Nel Catanzaro fuori quattro uomini per squalifica: Pasqualoni, Di Bari e Prestia prosciugano le scelte in difesa dove Zavettieri potrebbe chiedere un sacrificio a Carcione. Fermato dal Giudice Sportivo anche Giovinco, in avanti Tavares con Cunzi.

REGGINA-TARANTO

Stadio Oreste Granillo, domenica ore 20.30

Arbitro Pasciuta di Agrigento

reggina-taranto

Altra sfida delicatissima in chiave salvezza, si scontrano due tecnici in bilico e che non possono più fare passi falsi. Zeman dopo un buon inizio ha visto crollare le sue certezze, insistere su moduli e uomini potrebbe non pagare anche se il calo è sembrato più fisico che mentale. Dall’altra parte Prosperi è ad un passo dall’esonero, fatale la sconfitta interna contro il Francavilla. La trasferta di Reggio appare come un’impossibile ultima spiaggia. Dionigi rimane in preallarme, nel frattempo il tecnico dovrebbe riproporre l’ex Balistreri con Bollino e Paolucci in appoggio.

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi