Messina, Di Napoli: “Scelte obbligate per Catanzaro”

di

Pubblicato il 20 novembre 2015 in Primo Piano

“Le prossime cinque partite saranno decisive per il prosieguo del nostro campionato. Dobbiamo stringere i denti fino alla sosta natalizia”. Il Messina è consapevole di giocarsi gran parte delle aspirazioni di alta classifica nel breve volgere di un mese: il tecnico Arturo Di Napoli conosce i limiti di una preparazione pesantemente condizionata dalle note vicende estive, la trasferta di Catanzaro è un nuovo test per verificare la tenuta del gruppo a propria disposizione: “Palumbo resterà fuori per un problema al ginocchio: la sua assenza va ad aggiungersi a quelle già preventivate degli acciaccati Baccolo, Bramati, Gustavo e Tavares. Tutti gli elementi in organico, tuttavia, mi hanno sempre dato ampie garanzie per affrontare con serenità qualsiasi sfida”.

IMG_9169

foto ©PeppeSaya

LO SPOGLIATOIO – Inevitabile per il tecnico giallorosso una precisazione dopo le dichiarazioni rilasciate in settimana dal centrocampista Zanini: “Con Matteo abbiamo chiarito immediatamente, le sue esternazioni devono essere lette tenendo presente la gioia che traspare dalle sue parole per la conclusione di un periodo particolarmente difficile. In questa squadra può andare in panchina anche un calciatore come Alessandro Parisi, nessuno è intoccabile. Il medesimo discorso fatto per Zanini vale anche per Burzigotti, un giocatore che dà l’anima in ogni singolo allenamento. La formazione titolare è figlia del lavoro settimanale: dopo l’esclusione Zanini ha avvertito una sorta di calo psicologico, un errore da non ripetere in un gruppo sempre proteso al raggiungimento del migliore risultato possibile. Leonetti potrà darci un aiuto fondamentale nelle prossime cinque partite, si è inserito ottimamente in gruppo e andrà in panchina già dalla sfida di Catanzaro”.

CATANZARO – Uno stadio deserto a fare da sfondo ad una classica del calcio meridionale: “Ceravolo” a porte chiuse per una decisione che lascia più di una perplessità in merito al futuro di questo sport. “Accettiamo con amarezza questa decisione”, ha dichiarato Di Napoli, “i tifosi sono l’anima del nostro mondo, gli spalti vuoti rappresentano sicuramente una sconfitta per tutte le parti coinvolte nella vicenda”. Il Messina si troverà di fronte un collettivo rinnovato per ambizioni e personalità dopo l’arrivo in panchina del tecnico Erra: “Affronteremo una squadra in salute, abile nel raggiungere con cinismo il massimo risultato. Giampà? Gioca in un ruolo diverso rispetto al passato, ma resta sempre un giocatore insidioso negli inserimenti offensivi”.

 

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi