Messina, Lucarelli: “Soddisfatto del mercato”

di

Pubblicato il 2 febbraio 2017 in Primo Piano

Poche parole per il commiato a chi ha lasciato Messina, sopratutto quando il discorso si sposta su Demiro Pozzebon, il tecnico Cristiano Lucarelli è conciso e non si lascia trasportare dalle emozioni. “Rispettiamo le scelte di tutti, probabilmente la situazione ambientale era troppo pesante per lui e ha deciso di cambiare”. Il calciomercato al centro della conferenza che dovrebbe presentare la trasferta di Foggia, ovvio viste le poche ore trascorse dalla chiusura della sessione invernale. “Sono soddisfatto di quanto fatto, ringrazio sopratutto Pasquale Leonardo per aver accolto le mie richieste. Abbiamo mantenuto i calciatori migliori e alzato il tasso tecnico della rosa. Il mercato di gennaio è bastardo, perché spesso si confondono i nomi con i giocatori utili. Ho imparato che bisogna puntare su calciatori motivati e adeguati al progetto, non importa se da altre parti non hanno fatto bene”. Non una felicità di facciata, palese il sospiro di sollievo tirato per non aver visto partire tanti dei suoi titolari. Due i casi spinosi delle ultime ore di trattative: Musacci e Milinkovic. Se sul capitano giallorosso le parole spese sono pochissime, sul franco-serbo si apre un vero e proprio capitolo. “Dobbiamo capire che i calciatori sono aziende, spesso pensano più al loro bene che a quello della squadra. Le cazzate, però, le fanno tutti ed è giusto che consideriamo chiusa questa vicenda. Lui atterra a Catania solo stasera, non si è allenato quattro giorni ma fisicamente è mostruoso. Sarà convocato per Foggia”.

I NUOVI – Ci saranno anche neo acquisti Anastasi, Sanseverino e Silva nell’elenco dei partenti per la trasferta pugliese. Tre calciatori fortemente voluti dal tecnico per le loro caratteristiche. “Sono tutti giocatori che ho chiesto espressamente – dichiara Lucarelli -, conosco già Anastasi per averlo allenato a Pistoia. Una classica punta d’area di rigore, ottima fisicità e buone capacità di giocare con la squadra. Con Sanseverino e Silva alziamo il livello tecnico del centrocampo, in questi mesi abbiamo sofferto nella circolazione del pallone e abbiamo ricercato profili adatti a modificare lo stile di gioco”. Soddisfazione motivata, quindi, quella di mister Lucarelli che nei tre nuovi arrivati vede buone prospettive per un salto di qualità della sua squadra.

IMG_6508.JPG

LA PARTITA – Archiviata la parentesi mercato si torna a parlare di calcio giocato, la trasferta di Foggia è vicina e per Lucarelli diventa essenziale trovare continuità di risultati. “Calciomercato a parte, questa è stata una settimana tranquilla. Abbiamo fuori solo Foresta che ha una fastidiosa pubalgia, per il resto sono tutti disponibili. Stiamo lavorando anche per recuperare Ciccone, ci vorrà ancora del tempo. È un calciatore che potrà darci cambio di passo e tecnica, rinforzo per la parte finale del campionato”. Avversario impossibile sulla carta il Foggia, sensazioni simili a quelle pre Juve Stabia, il campo però ha detto altro. “Noi di fare le vittime sacrificali non ne abbiamo nessuna voglia, contro le grandi le nostre prestazioni sono state sempre di livello, Lecce a parte. Conosciamo i loro punti di forza, sappiamo quello che dobbiamo fare e, come dimostrato contro la Juve Stabia, sarà il campo a dire l’ultima parola. Il Foggia è una squadra che ha puntato tanto sulla continuità, rispetto alla gestione De Zerbi hanno mantenuto lo stile e la mentalità”. Infine una battuta sul calciomercato in generale, divide in tre gruppi il girone ed i giudizi sono, come sempre, netti. “Le prime quattro fanno un campionato a parte, credo che la Juve Stabia si sia mossa meglio di tutte. Nelle zona centrale vedo bene il Catania e il Fondi. La zona rossa, premetto, potrebbe coinvolgere squadre che oggi sono tranquille. Noi ci siamo mossi molte bene, dopo vedo il Catanzaro”.

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi