Messina-Roccella, Modica: "Obiettivo alla portata"

Messina-Roccella, Modica: “Obiettivo alla portata”

di

Pubblicato il 17 febbraio 2018 in Primo Piano

Solo un passaggio a vuoto. Questo il pensiero che regna sovrano nel gruppo giallorosso: la sconfitta di Acireale non intacca le convinzioni del Messina di Giacomo Modica. Il distacco rimasto invariato nei confronti dell’Ercolanese non preoccupa, il poco tempo prima del ritorno in campo non permette troppe riflessioni. Domenica al San Filippo arriva il Roccella, avversario che non lascia dormire sogni tranquilli al tecnico mazarese: “Quello che è successo ad Acireale non deve più interessarci, l’obiettivo rimane alla portata e non dobbiamo trascinarci in campo le scorie. Il Roccella è una squadra organizzata, sanno come non farti giocare e non sarà una gara semplice”. La differenza tra casa e trasferta è il fattore più evidente delle ultime settimane, uno scatto di personalità che il tecnico adesso pretende: “Una grande squadra non sente la differenza, in più non andiamo a giocare all’Olimpico o San Siro. Comprendo che certi ambienti mettano pressione, però non possiamo concedere tutta questa distanza tra prestazioni interne ed esterne”.

IL GIRONE MODICA – Arriva il Roccella, il primo avversario della storia di Giacomo Modica sulla panchina del Messina. Ad Acireale si è concluso un girone che l’ex Celano commenta così: “Abbiamo messo le basi, non mi interessano soltanto i risultati ma è chiaro che partivamo da una condizione di estrema difficoltà ed era complicato costruire. La cosa importante è stata quella di dare identità alla squadra, stiamo divertendo la gente e dando voglia al presidente di continuare con lo stesso entusiasmo. Speriamo di avere messo un solido punto di partenza”. Un girone fa arrivò la sconfitta in Calabria, protagonista di quella sfida fu uno scatenato Yeboah, oggi centravanti dei giallorossi. Il ghanese è uno dei pochi non usciti malconci dal Tupparello, sono tanti invece i problemi legati ad infortuni e diffide: “Lia e Cassaro hanno preso due belle botte, li valutiamo fino all’ultimo. Anche Rosafio è leggermente ammaccato. Per quanto riguarda i tanti calciatori in diffida posso dire che abbiamo parlato, non chiederò mai ai ragazzi di giocare pensando al cartellino giallo ma pretendo di non vedere ammonizioni dettate da nervosismo o proteste. Sicuramente sulla formazione non influirà il discorso diffide”.

DUBBI – Fuori Inzoudine e Lavrendi squalificati, lontani dalla convocazione Bettini e Migliorini, oltre all’acciaccato Mascari. Il reparto che sembra non dover vedere modifiche è l’attacco: Rosafio e Ragosta meritano la conferma, anche se cresce la condizione di Cocuzza che rimane però ancora part-time. A centrocampo possibile il ritorno di Lia a completare la baby-mediana con Bossa e Cozzolino. Dirottamento a destra per Cassaro con Misale che potrebbe trovare la prima maglia da titolare. Tantissimi i problemi per mister Modica, le assenze condizionano le scelte e tolgono alternative a partita in corso. Avversario fastidioso il Roccella di Mimmo Giampà, come le ultime formazioni viste al San Filippo i calabresi andranno aggrediti presto per non allungare la gara portandola nella situazione mentale favorevole a chi tenta di speculare sul gioco avversario. Ci vorrà il Messina visto con Cittanovese e Gelbison, con un pizzico di personalità in più vista la coperta troppo corta con i quali i giallorossi devono fare i conti. Il campionato non è finito al Tupparello, se si vuole continuare a lottare e correre verso l’obiettivo non deve essere il Roccella un ostacolo insormontabile.

MESSINA (4-3-3) Meo; Cassaro, Bruno, Manetta, Misale; Lia, Bossa, Cozzolino; Rosafio, Yeboah, Ragosta. All. Modica

ROCCELLA (4-3-3) Scuffia; Faiello, Strumbo, Chiochia, Malerba; Commisso, Gattabria, Voltasio; Pagano, Plescia, Catalano. All. Giampà

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi