Reggina-Catanzaro, derby salvezza. Foggia, ultimo ostacolo

di

Pubblicato il 8 aprile 2017 in Punto C

Trentaquattresimo turno del Girone C della Lega Pro: il derby calabrese tra Reggina e Catanzaro vale un pezzo di salvezza, scontro diretto decisivo anche a Monopoli dove arriva il Melfi ultimo in classifica. La capolista Foggia è ospite di una Casertana in buona condizione, il Lecce riceve il Taranto per continuare a sperare. Il match tra Juve Stabia e Matera vale un posto sul podio del campionato, mentre Cosenza-Siracusa promette spettacolo.

AKRAGAS – PAGANESE

Stadio Esseneto, domenica ore 14.30

Arbitro Paterna di Teramo

AKRAGAS (3-4-1-2) 22 Pane; 6 Mileto, 14 Riggio, 16 Thiago Cazé; 20 Coppola, 5 Pezzella, 15 Palmiero, 3 Russo; 17 Longo; 7 Salvemini, 9 Klaric. All. Di Napoli

PAGANESE (4-2-3-1) 30 Liverani; 13 Alcibiade, 16 De Santis, 4 Carillo, 3 Della Corte; 27 Tascone, 5 Pestrin; 11 Cicerelli, 10 Firenze, 14 Herrera; 8 Reginaldo. All. Grassadonia

MOTIVAZIONI – Saranno gli stimoli ad essere decisivi nella sfida dell’Esseneto dove la squadra di Lello Di Napoli cerca la vittoria che potrebbe allontanare ancora la zona playout. Punti diversi, invece, quelli che cerca la Paganese entrata, stabilmente, nella griglia playoff. Ci sono da gestire le forze dopo il turno infrasettimanale: tra i siciliani possibile chance per Salvemini, mister Grassadonia gode di buona abbondanza.

CASERTANA – FOGGIA

Stadio Alberto Pinto, domenica ore 14.30

Arbitro Piscopo di Imperia

CASERTANA (4-3-3) 1 Ginestra; 2 Finizio, 18 D’Alterio, 5 Lorenzini, 11 Ramos; 20 Carriero, 4 Giorno, 7 De Marco; 26 Ciotola, 9 Corado, 28 Orlando. All. Tedesco

FOGGIA (4-3-3) 1 Guarna; 6 Loiacono, 14 Martinelli, 21 Coletti, 23 Rubin; 4 Agnelli, 5 Vacca, 18 Deli; 7 Chiricò, 19 Mazzeo, 9 Di Piazza. All. Stroppa

OBIETTIVO – Forse l’ultimo difficile ostacolo per il cammino promozione del Foggia. In Campania la capolista gioca una sfida che potrebbe regalare i punti utili per avvicinarsi all’obiettivo. Davanti alla squadra di Stroppa c’è una Casertana che vuol riprendere la marcia dopo lo scivolone di Siracusa. Torna Corado al centro dell’attacco, tra i rossoneri rientra Martinelli dopo la squalifica.

FONDI – MESSINA

Stadio Domenico Purificato, domenica ore 14.30

Arbitro Zufferli di Udine

Approfondimento nell’articolo di presentazione alla sfida in uscita sul nostro sito. Nel Fondi fuori lo squalificato Tiscione, il Messina perde Rea per infortunio mentre ritrova Mancini.

JUVE STABIA – MATERA

Stadio Romeo Menti, domenica ore 14.30

Arbitro Guccini di Albano Laziale

JUVE STABIA (4-3-3) 22 Russo; 2 Cancellotti, 6 Santacroce, 13 Camigliano, 14 Giron; 24 Mastalli, 8 Matute, 19 Izzillo; 23 Lisi, 35 Paponi, 33 Cutolo. All. Carboni

MATERA (3-4-3) 22 Tozzo; 28 Ingrosso, 6 Bertoncini, 3 Mattera; 23 Di Lorenzo, 4 De Rose, 21 Armellino, 27 Casoli; 10 Strambelli, 9 Infantino, 29 Negro. All. Auteri

PODIO – Vale il terzo gradino in classifica la sfida del Menti dove entrambe le squadre vorranno cancellare il periodo non brillante. Nella Juve Stabia ancora fuori Capodaglio in regia, potrebbe riposare Esposito. Nel Matera non mancano i dubbi per mister Auteri, abbondanza in tutti i settori del campo.

LECCE – TARANTO 

Stadio Via del Mare, domenica ore 14.30

Arbitro Fourneau di Roma 1

LECCE (4-3-3) 25 Perucchini; 2 Vitofrancesco, 5 Cosenza, 14 Giosa, 3 Agostinone; 8 Ferreira, 21 Fiordilino, 13 Tsonev; 10 Lepore, 18 Caturano, 7 Torromino. All. Padalino

TARANTO (4-3-3) 46 Contini; 2 De Giorgi, 45 Magri, 3 Pambianchi, 23 Som; 28 Maiorano, 4 Nigro, 26 Lo Sicco; 29 Viola, 9 Magnaghi, 7 Potenza. All. Ciullo

LOTTARE – Due squadre che non possono fermarsi se vogliono sperare di raggiungere ancora l’obiettivo. Il Lecce cerca la vittoria che rimanderebbe la fuga decisiva del Foggia, il Taranto deve ritrovare i punti per evitare la retrocessione. Al momento gli ionici sembrano la squadra più in difficoltà del torneo, la gara in meno contro la Paganese non farebbe uscire i pugliesi dalla zona playout neanche in caso di vittoria. Contro il Lecce la differenza in classifica non potrà essere una giustificazione.

REGGINA – CATANZARO 

Stadio Oreste Granillo, domenica ore 14.30

Arbitro Proietti di Terni

REGGINA (3-5-2) 1 Sala; 30 De Vito, 5 Gianola, 15 Kosnic; 18 Cane, 21 Bangu, 14 Botta, 6 De Francesco, 17 Porcino; 9 Coralli, 20 Bianchimano. All. Zeman

CATANZARO (4-4-2) 22 De Lucia; 2 Pasqualoni, 15 Prestia, 21 Sirri, 13 Sabato; 4 Icardi, 25 Van Ransbeeck, 20 Maita, 7 Cunzi; 14 Sarao, 10 Giovinco. All. Erra

IL DERBY – Match clou della giornata la sfida del Granillo dove la Reggina cerca la vittoria che regalerebbe una fetta di salvezza e condannerebbe, quasi definitivamente, il Catanzaro ai playout. Sfida che non ha bisogno di presentazione, pochi calcoli da entrambe le parti con l’unico obiettivo della vittoria.

VIBONESE – CATANIA

Stadio Luigi Razza, domenica ore 14.30

Arbitro Miele di Torino

VIBONESE (3-5-2) 1 Russo; 6 Moi, 23 Manzo, 5 Sicignano; 2 Franchino, 8 Legras, 30 Favasuli, 15 Viola, 3 Minarini; 9 Saraniti, 10 Sowe. All. Campilongo

CATANIA (4-3-3) 12 Pisseri; 28 Parisi, 6 Drausio, 16 Marchese, 20 Djordjevic; 27 Biagianti, 4 Bucolo, 21 Fornito; 23 Di Grazia, 32 Mazzarani, 10 Russotto. All. Pulvirenti

SCATTO – Una salvezza che sembrava impossibile qualche settimana fa, adesso c’è addirittura la possibilità di raggiungerla senza passare dai playout. Il cammino della Vibonese è ripreso a Melfi con la rete di Minarini che ha riacceso le speranze, al Razza arriva un Catania che ha interrotto la striscia negativa contro il Francavilla ma che pare ancora lontano dalla guarigione.

VIRTUS FRANCAVILLA – FIDELIS ANDRIA

Stadio Giovanni Paolo II, domenica ore 14.30

Arbitro Sozza di Seregno

V. FRANCAVILLA (3-5-2) 1 Albertazzi; 13 Pino, 5 Idda, 21 Abruzzese; 16 Albertini, 19 Prezioso, 10 Galdean, 23 Alessandro, 4 Pastore; 9 Nzola, 27 Abate. All. Calabro

FIDELIS ANDRIA (3-5-2) 22 Cilli; 2 Tartaglia, 6 Rada, 4 Aya; 29 Annoni, 26 Onescu, 18 Vasco, 16 Minicucci, 24 Tito; 11 Croce, 19 Cianci. All. Favarin

CRISI – Sorprese decadute le due formazioni che cercano riscatto in una sfida che vale un posto nei prossimi playoff. Virtus Francavilla serena ma reduce da una sfilza di partite senza gioie, Andria senza vittorie e punti pesanti da troppo tempo. Qualche infortunio di troppo ha inciso sul cammino di due squadre che tanto bene avevano fatto nella parte iniziale e centrale del torneo.

COSENZA – SIRACUSA 

Stadio San Vito-Marulla, domenica ore 18.30

Arbitro Cudini di Fermo

COSENZA (4-3-3) 1 Perina; 30 D’Orazio, 5 Tedeschi, 3 Pinna, 23 D’Anna; 27 Calamai, 21 Ranieri, 8 Caccetta; 9 Letizia, 14 Mendicino, 10 Cavallaro. All. De Angelis

SIRACUSA (4-2-3-1) 1 Santurro; 20 Brumat, 6 Turati, 26 Cossentino, 4 Malerba; 14 Spinelli, 23 Palermo; 16 De Silvestro, 27 Azzi, 19 Valente; 11 Scardina. All. Sottil

SPETTACOLO – Senza obblighi di classifica deve essere la voglia di stupire a farla da padrona. Sfida tra due formazioni con in testa i futuri playoff: Cosenza reduce dalla vittoria tennistica sul Monopoli e sempre più in crescita di condizione, Siracusa tornato alla vittoria e voglioso di confermare il sorprendente quinto posto in graduatoria.

MONOPOLI – MELFI

Stadio Vito Simone Veneziani, domenica ore 18.30

Arbitro Massimi di Termoli

MONOPOLI (4-3-1-2) 22 Furlan; 6 Ricucci, 4 Esposito, 5 Ferrara, 3 Mercadante; 13 Sounas, 28 Nicolini, 16 Franco; 21 Balestrero; 9 Genchi, 23 Montini. All. Zanin

MELFI (4-3-1-2) 1 Gragnaniello; 2 Bruno, 5 Laezza, 23 Romeo, 7 Lodesani; 26 Demontis, 25 Marano, 17 Esposito; 24 Gammone; 9 Foggia, 18 De Vena. All. Diana

RIPRESA – Esonerato Bucaro, sulla panchina pugliese torna Zanin per riprendere il discorso interrotto in febbraio dopo una clamorosa striscia negativa. Dall’altra parte c’è un Melfi affondato in ultima posizione dopo la sconfitta interna contro la Vibonese, c’è da evitare la retrocessione diretta.

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi