Messina-Catanzaro, Di Napoli: “Io unico responsabile di questo passo indietro”

Pubblicato il 3 aprile 2016 in Primo Piano

Alla fine il volto più scuro in sala stampa è quello di Raffaele Di Napoli. Contro il Catanzaro il tecnico giallorosso aveva come obiettivo i tre punti. Ne è arrivato uno, peraltro dopo uno svantaggio che per il Messina è maturato inaspettatamente. Ci pensa Tavares – settimo gol stagionale per lui – a togliere le castagne dal fuoco.

MEA CULPA – Di Napoli, però, tradisce amarezza e fa autocritica: “L’obiettivo era la vittoria, avevamo lavorato durante la settimana per tentare di centrare il bottino pieno. Non ci siamo riusciti, complice il caldo e più in generale una prestazione al di sotto dei nostro standard. Sicuramente un passo indietro rispetto alle recenti prestazioni, ma non ho nulla da rimproverare alla squadra. Evidentemente, in fase di preparazione della partita dovevo lavorare meglio su alcuni aspetti. Mi assumo la piena responsabilità di questa mancata vittoria. Il pari, comunque, ci permette di muovere ulteriormente la classifica. Mi piacerebbe avere una squadra sempre abile a evitare di far ripartire gli avversari, ma mi rendo conto che a questo punto della stagione si può anche andare incontro a una leggera flessione, che può chiaramente incidere sul ritmo gara”. Il tecnico glissa la domanda sul suo futuro. “Non mi va di parlarne, oggi in particolare perché sto vivendo un momento familiare delicato: mia madre ha problemi di salute ed è stata ricoverata in ospedale”.

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi